INIZIA IN GUATEMALA UNA SERIA LOTTA ALL'AIDS ?

09 dicembre 2006

In occasione della giornata mondiale contro l'AIDS, il Governo, per bocca del Ministro della Salute Victor Gutierrez, ha lanciato una campagna di educazione e di formazione, rivolta soprattutto ai giovani, il cui "titolo" suona:"MANCHI SOLO TU, FERMIAMO L'HIV !".
Verranno stanziati 22 milioni e cinquecentomila Quetzales, l'equivalente di oltre due milioni di euro.
Verranno coinvolte, oltre alle istituzioni statali, anche associazioni della Cooperazione internazionale.
A detta del Ministro, nei soli primi sei mesi del 2006, si sono registrati in Guatemala 816 nuovi casi di contagio del virus HIV, di cui 455 hanno sviluppato la malattia. Il fatto che un terzo dei soggetti sia analfabeta, probabilmente, è l'elemento che spinge il Governo a giocare la carta della corretta informazione, più che dell'intervento medico in senso stretto. Il programma si rivolge sopratutto ai giovani, dato che oltre il 40% dei colpiti si situa nella fascia d'età fra i 15 e i 29 anni.
Le stime di cui sopra sono probabilmente arrotondate molto per difetto, dal momento che in gran parte del Paese manca un programma di "screening" di massa, che consenta di rendersi realmente conto di quali siano la reale prevalenza e la reale incidenza del contagio da virus HIV.
Certo, l'opera di informazione e di orientamento è indispensabile, ma bisognerà vedere quanto, dei fondi stanziati, arriverà realmente "in trincea" e quanto si perderà nei soliti mille rivoli della burocrazia. Non vorremmo che alla fine, la campagna informativa si traducesse solo in qualche manifesto sui muri, o in sporadiche iniziative in qualche scuola.
In ogni caso, ci auguriamo che il Ministro faccia sul serio, e nel limite del possibile, speriamo di poter collaborare attivamente a portare avanti l'opera di educazione sanitaria.

Segnala su: Facebook LinkedIn Xing FrienFeed Twitter Thumblr Google Bookmarks Google Buzz Technorati